3 NOVEMBRE
11:40 - 12:20
Video Marketing

Live Streaming Video Marketing Strategies per le Live di YouTube

Il 2016 è stato senza dubbio l'anno dei video, ma la rapida evoluzione delle piattaforme ha imposto un nuovo paradigma: il live streaming, che accorcia drammaticamente le distanze tra chi è davanti e chi è dietro le telecamere, di fatto rendendo tutti parte dello show.

Le aziende devono temere questa rivoluzione e comprendere cosa comporta.

In questo intervento nello specifico, analizzeremo le live di YouTube, come funzionano e le ultime novità della piattaforma.



intervento di
Claudio Gagliardini

Claudio Gagliardini
seidigitale.com



presente nei seguenti percorsi

Ora vi raccontiamo qualcosa rispondendo a 3 domande...


1

Iniziamo con la tua presentazione: parlaci del tuo lavoro e di come sei arrivato a farlo.

Non sono un nativo digitale, ma di certo ho vissuto questa era sin dall'inizio, venendo da una preistoria in cui tutto ciò che oggi sembra banale e semplice era estremamente complesso e difficile da ottenere. Prima del mio inseparabile smartphone, sin dall'inizio orgogliosamente Android, ho avuto a che fare con telex, fax, cercapersone e telefoni con il selettore a disco, con i quali era più facile sbagliare numero che azzeccare la sequenza vincente, che ovviamente dovevi scriverti da qualche parte o ricordare a memoria. Prima della metà degli anni '90 debbo ammettere che di luce davanti a me non ne vedevo molta. All'epoca smanettavo con l'impaginazione e la grafica, su programmi che hanno fatto la storia come Aldus Pagemaker e QuarkXPress, oltre che Corel Draw e poco altro. Non era il mio lavoro, perché a me interessava piuttosto la comunicazione, mentre esploravo anche il giornalismo, dal quale mi sono allontanato immediatamente, trovando numerosi sbocchi in ambito turistico.
Poi è arrivato il web e tutto è cambiato. Non sono stato tra i primissimi operatori del settore, ma nel giro di pochi anni ho iniziato a studiare HTML, CSS e in seguito PHP, per poi approdare definitivamente al mondo della comunicazione e del marketing, che ritengo un approdo logico ed inevitabile, per chi abbia esplorato la rete e le sue tecnologie con un forte focus umanistico. Oggi con sedigitale.com facciamo online marketing a 360°, ma negli ultimi due anni ci stiamo sempre più focalizzando sui video, soprattutto quelli in live streaming, che riteniamo un'opportunità eccezionale, se sfruttati nel modo corretto. 

2

5 consigli per chi vorrebbe lavorare nel social media marketing.

Non sono un grande amante degli elenchi, ma proverò a fare un'eccezione:
1) Social Media e Marketing non vanno esattamente d'accordo. Se hai in mente il marketing tradizionale non contare sui social, che invece sono ottimi strumenti se la tua idea di marketing contempla le relazioni, l'interazione e il coinvolgimento diretto di quelli che non devono più essere definiti consumatori, ma persone. Digital PR e Community Management sono due ambiti da studiare a fondo, insieme ad elementi di psicologia.
2) I social sono grandi palestre per tecnologie, dinamiche e modalità d'interazione che a breve saranno veri e propri standard, per quanto si possa usare questa definizione in un mondo in evoluzione rapidissima, in cui le novità di oggi saranno già vecchie domani, se non prima. Non sentirti mai troppo esperto e non sederti mai sulle tue convinzioni e competenze, che hanno un ciclo di vita brevissimo.
3) Usa questi canali in prima persona, sperimentando su te stesso e sulla tua reputazione, prima di giocare con quella degli altri, oltretutto facendoti pagare. I social media sono tutt'altro che un gioco e se non ne conosci a fondo le dinamiche, i pericoli e le opportunità, perché le hai studiate e le hai vissute sulla tua pelle, non potrai mai essere un professionista degno di tale nome.  
4) Cura bene i tuoi canali, la tua reputazione, il tuo personal branding. Cura le relazioni, cerca sinergie e collaborazioni e non credere di poter andare troppo lontano, se ti muovi come un lupo solitario. Il tuo posto di lavoro e i tuoi clienti fanno gola a molti e se non ti costruisci un ecosistema in grado di proteggere reciprocamente te e il tuo lavoro, sarai esposto a rischi e difficoltà che invece dovresti sempre evitare.
5) Leggi, studia, guarda cosa fanno gli altri e trova la tua strada, che non deve emulare e temere nessuno. Quello che fanno gli altri è fondamentale da conoscere, ma non devono mai diventare un punto di riferimento o una stella polare, ma solamente un'informazione da elaborare e dei casi di studio da ricordare, per migliorare giorno dopo giorno.

3

I prossimi 3 e 4 novembre sarai relatore al Social Media Strategies. Di cosa parlerai?

Parlerò il 3 in sala videomarketing e cercherò di fare il punto su YouTube live e sulle sue opportunità. La mia azienda sta puntando molto sui video e sulle dirette, quindi questo è un argomento che mi preme particolarmente e sul quale stiamo sviluppando una notevole esperienza.

4

Quali sono i vantaggi, secondo te, nel partecipare a eventi formativi di questa portata?

Quando scegli l'evento giusto, e con quelli di Seach On Media Goup la cosa è certa, venire a contatto con decine di professionisti e di esperti del settore è un momento di crescita e di confronto importante, che nessuno che opera nel settore dovrebbe mai sottovalutare.L'aggiornamento è oro, così come la condivisione e la possibilità di interagire direttamente con i protagonisti di questo settore. 

Condividi con gli amici ;)

Altri interventi nella sala Video Marketing


Stefano

Snapchat: opportunità per i brand

Stefano Perazzo
Publicis Italy

L'evento per i professionisti dei Social Media e del Web Marketing