Social Media Manager: dallo stato attuale agli sviluppi futuri della professione


Il Web Marketing Festival e il Social Media Strategies realizzano il “Questionario sulla professione del Social Media Manager” per delineare, grazie ai contributi dei professionisti del digitale e non solo, un ritratto più preciso di questa figura e del suo impatto sul mercato

di Giovanni Sommavilla

Condividi sui social network

LinkedIn

Quali sono le hard e soft skills specifiche di un Social Media Manager? Qual è la percezione dell’impatto della professione sulla creazione di valore per le differenti industry?

A partire da queste domande, il Web Marketing Festival, evento di riferimento nel panorama nazionale dedicato all’innovazione digitale, ha realizzato il “Questionario sulla professione del Social Media Manager”, sviluppato in collaborazione con il Social Media Strategies.

Tema, quello della professione del Social Media Manager, già protagonista del “Dibattito sulla Professione del Social Media Manager”, andato in scena durante la passata edizione dell’evento per i professionisti del social media marketing: il Questionario prosegue e approfondisce questo percorso avviato proprio al Social Media Strategies, dando vita a un’indagine che chiama a raccolta professionisti del digitale e non solo, che potranno contribuire a tracciare il “punto zero” della professione del Social Media Manager. L’obiettivo? Delineare insieme lo stato attuale di una figura professionale in costante crescita (in termini di impatto sul mercato) ed evoluzione in quelle che sono le sue skills e competenze.

Il tuo importante contributo alla compilazione del Questionario darà un fondamentale apporto ad una più precisa definizione di questa professione digitale, un profilo destinato a giocare un ruolo chiave nel mondo del digital marketing. Puoi compilare direttamente da qui la survey.
 

Il lavoro Social Media Manager: definirlo oggi per migliorarlo domani

Lavorare alla definizione di un profilo più uniforme, univoco e dettagliato possibile di questa professione significa, in una vision più trasversale, contribuire a colmare il gap formativo e normativo delle professioni digitali.

Un “vuoto”, questo, che rischia di lasciare inespresse le potenzialità di questa figura e, in generale, il contributo che le professioni digitali possono portare alla crescita del Sistema Paese e alla Industry 4.0: sono circa 900mila, infatti, i posti di lavoro che si apriranno, entro il 2020, nell’Ict, ma che rischiano di rimanere inoccupati a causa della mancanza delle skills adeguate (dati Commissione Europea).

A muovere il team del Web Marketing Festival - evento diventato Membro Ufficiale della Coalizione Digital Skills and Job dell’UE e impegnato, fin dalle sue prime edizioni, in iniziative dedicate alle professioni digitali - la volontà di creare un questionario che fosse uno strumento. Strumento di confronto e ascolto, prima di tutto, messo a punto per fotografare caratteristiche e competenze attuali del Social Media Manager, così come vengono viste da chi opera all’interno di ambiti professionali differenti (PMI, freelance, Non Profit, agenzie, startup, aziende) e da quanti vedono questa professione come un orizzonte lavorativo (studenti, disoccupati).

In questo senso, l'indagine si pone come una tappa “abilitante” per accendere i riflettori sulla professione del Social Media Manager su più fronti: dalle prospettive di crescita lato business alle difficoltà/opportunità di fissare canali di formazione continua, fino ai valori e all’impatto sociale di questo profilo.

Puoi iniziare a compilare il Questionario sulla professione del Social Media Manager qui in basso.

Grazie da tutto il team del Social Media Strategies!


Condividi sui social network

LinkedIn

Segui #SMStrategies sui social

Facebook Twitter Flickr Linkedin Instagram YouTube