Ora le storie di WhatsApp si condividono su Facebook e Instagram


Da pochi giorni è stata rilasciata una patch che permette la comunicazione tra le piattaforme. Gli stati di WhatsApp potranno essere condivisi su Facebook e Instagram.

di Simone Di Sabatino

Condividi sui social network

LinkedIn
social network

Era già nell’aria da qualche tempo, ora è arrivata l’ufficialità: sarà possibile condividere le storie di WhatsApp su Facebook e Instagram. Si tratta di una nuova funzionalità molto attesa dagli utenti, da qualche giorno attiva sugli smartphone con sistema operativo Android. Chi ha iOS deve attendere ancora qualche tempo per poter sfruttare questo nuovo aggiornamento sebbene alcuni dispositivi abbiano già implementato la funzione.
Gli utenti che decidono di fare una storia (o uno stato) su WhatsApp potranno facilmente condividerlo sui due social network della stessa proprietà grazie a pochissimi semplici passaggi. Tali storie potranno essere inserite sia come storie di Facebook o Instagram, sia come post specifici delle singole piattaforme. Ma Mark Zuckerberg non vuole limitare la nuova funzionalità alle sue app. Grazie al nuovo aggiornamento di WhatsApp infatti sarà possibile condividere lo Stato anche su Messenger, Twitter, Telegram, inviarlo via Gmail, aggiungerlo su Google Foto e così via. Insomma una nuova funzionalità che permette di facilitare le comunicazioni praticamente con qualsiasi piattaforma e social network.

Per iniziare a utilizzare la nuova funzione è necessario aggiornare WhatsApp, creare uno Stato, quindi scegliere la modalità di condivisione e poi indicare dove la si vuole inserire. È possibile aggiungere la Storia simultaneamente sia su WhatsApp che su Facebook che su Instagram. Allo stesso tempo si può condividere la storia in un secondo momento: fatto lo stato (e pubblicato su WhatsApp), grazie al menu laterale con i tre puntini si potrà accedere alla voce “condividi” e quindi alla scelta della piattaforma.
Il messaggio di Zuckerberg appare chiaro: integrare sempre di più le funzionalità fra i suoi “figli” Facebook, Instagram e WhatsApp. Siamo sicuri che in futuro saranno sempre di più gli aggiornamenti e le funzionalità multi-piattaforma: entro il 2020 le app comunicheranno tra loro mettendo in contatto 2,6 miliardi di utenti.

Nel frattempo un altro aggiornamento di WhatsApp rende possibile l'autodistruzione dei messaggi. Attualmente in fase di test su Android (nella versione 2.19.275 beta), la nuova funzione strizza l'occhio a Snapchat e alle chat segrete di Telegram. L'indiscrezione è stata svelata da WaBetaInfo che indica che tra le nuove impostazioni dei gruppi apparirebbe una nuova voce, "Disappearing Messages": se si clicca si potrà scegliere il tempo dopo il quale i messaggi scompariranno. Le opzioni sono "mai", "5 secondi" e "1 ora". Una volta distrutti i messaggi non potranno essere recuperati in alcun modo e per ora sembrerebbe una funzione esclusiva per le chat di gruppo.

 

Fonti

 


Condividi sui social network

LinkedIn

Segui #SMStrategies sui social

Facebook Twitter Flickr Linkedin Instagram YouTube